app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app
Trenitalia dà il via alla rivoluzione a Firenze Belfiore

Trenitalia rivoluziona la mobilità a Firenze

Il gruppo FS Italiane ha aggiudicato al consorzio Impresa Pizzarotti e Saipem i lavori per la realizzazione del nuovo nodo di Firenze: la realizzazione del passante e della nuova stazione Firenze Belfiore, prevista per il 2028
|

Trenitalia rivoluziona la mobilità a Firenze

Il gruppo FS Italiane ha aggiudicato al consorzio Impresa Pizzarotti e Saipem i lavori per la realizzazione del nuovo nodo di Firenze: la realizzazione del passante e della nuova stazione Firenze Belfiore, prevista per il 2028
|

Trenitalia rivoluziona la mobilità a Firenze

Il gruppo FS Italiane ha aggiudicato al consorzio Impresa Pizzarotti e Saipem i lavori per la realizzazione del nuovo nodo di Firenze: la realizzazione del passante e della nuova stazione Firenze Belfiore, prevista per il 2028
|
|
Il gruppo FS Italiane ha aggiudicato al consorzio Impresa Pizzarotti e Saipem i lavori per la realizzazione del nuovo nodo di Firenze: la realizzazione del passante e della nuova stazione Firenze Belfiore, prevista per il 2028

Le promesse di Trenitalia di migliorare e potenziare la viabilità ferroviaria del Paese continuano ad essere mantenute. Ne è un fulgido esempio la realizzazione del passante e della stazione AV del nodo di Firenze confermata oggi in un comunicato stampa ufficiale.

Un progetto attesissimo in tutto il territorio che vede protagonista il Gruppo FS Italiane che ha aggiudicato al consorzio i Impresa Pizzarotti & C. e Saipem come impresa consorziata i lavori. Un’opera dell’importo complessivo di oltre 1 miliardo di euro che avrà effetti di rilievo nella viabilità fiorentina, permettendo una netta separazione tra i flussi dei treni ad Alta Velocità da quelli dei treni regionali. Più velocità, più frequenza e maggiori corse.

Un progetto complesso che ha richiesto l’ausilio di diversi esperti e tecnologie d’avanguardia. I 7 km di passante saranno completati, mediante due gallerie a circa 20 metri di profondità, con due tratti in superficie: a nord tra le stazioni di Firenze Castello e Firenze Rifredi, e a sud nei pressi della stazione di Firenze Campo di Marte. Un’opera imponente, realizzata attraverso l’utilizzo della fresa più grande del mondo, la ‘Tunnel boring machine’.

Oltre al potenziamento, anche grandi novità: lungo il passante sotterraneo verrà realizzata la nuova stazione AV/AC Firenze Belfiore, nell’area nord-est del capoluogo toscano, progettata dallo studio di architettura Foster e dalla società di ingegneria Ove Arup and partner. L’avanguardia e la raffinatezza architettonica del complesso si fonderà con i benefici di una sempre più agile mobilità territoriale: sarà, infatti, interconnessa con la stazione di Santa Maria Novella e con l’intera area urbana circostante grazie a diverse modalità di trasporto come il nuovo people-mover che opererà tra la nuova stazione e Santa Maria Novella, la linea 2 del sistema tramviario cittadino – già in esercizio- e la nuova fermata ferroviaria di superficie denominata Circondaria.

Intanto sul posto stanno proseguendo le attività propedeutiche all’apertura del cantiere. L’accensione della fresa, che darà simbolicamente avvio ai lavori dovrebbe avvenire entro il 2030 e, se i tempi saranno confermati, il primo treno potrà fermarsi alla stazione Foster di Firenze nel primo semestre del 2028.

Un’ottima notizia per tutti i viaggiatori che ogni anno scelgono di spostarsi in treno, soprattutto se si considera la strategicità del territorio toscano, snodo centrale del nostro amatissimo stivale.

 

di Raffaela Mercurio

 

 

Dai dati Istat la resilienza italiana

Se dopo le necessarie verifiche i dati Istat saranno confermati nei prossimi mesi, il Pil italian…

La battaglia all’inflazione non è finita

La battaglia all’inflazione non è vinta. La parte più cruenta per il sistema finanziario e le fam…

Il nazionalismo economico non è la risposta alla Cina

Al portentoso sviluppo della Cina nel settore automobilistico, c’è chi vorrebbe rispondere con il…

Soldi europei. Responsabilità italiane

Tanti chiedono ancora quattrini all’Ue, dimenticando che nessuno ne prende quanto noi.

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl