app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app
  • Home
  • Evidenza
  • Il bollettino, l’ansia e le virostar imperversanti

Il bollettino, l’ansia e le virostar imperversanti

Un giorno ci ricorderemo di tutto ciò che ha accompagnato questo periodo. Come il bollettino quotidiano, le numerose apparizioni televisive in camice bianco e quello strano modo di non mettere ansia.

| ,

Strano modo di non mettere ansia. Quando questi nostri giorni saranno lontani, speriamo presto, ci ricorderemo delle numerose apparizioni televisive in camice bianco. Spesso spiegando, cosa di cui essere grati. Qualche volta polemizzando, cosa inutile. Talora profetizzando, che sarebbe divertente se non ci fosse di mezzo una pandemia.

Quasi sempre all’oscuro della lezione di McLuhan, che spiegò quanto il mezzo di comunicazione influisca sul contenuto del messaggio (possono rifarsi con il film “Don’t Look Up”: se parli di catastrofi fra pagliacci la gente ride). Ci fu anche la canzoncina, che se non l’avessimo sentita non ci avremmo creduto.

Il bollettino quotidiano – con il numero di contagiati e morti – è inutile, ma non si deve dar l’impressione di volerlo nascondere. I numeri vanno dati, ma serve la percentuale disaggregata di non vaccinati o scaduti su ricoverati e morti. In generale è possibile che due o tre medici abbiano idee diverse sulla terapia, ma non ne discutono, dandosi dell’incapace, davanti al malato.

Dicendogli anche di stare tranquillo.

 

di Sofia Cifarelli

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl