app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

“F1 22”, il nuovo videogioco di Formula 1

Con i videogame si può sperimentare virtualmente ciò che di solito nella vita quotidiana si arriva solo a sognare. “F1 22” è il titolo che tutti gli appassionati di Formula 1 stavano aspettando.

|

Da sempre l’innato desiderio di velocità è una manifestazione primigenia di libertà e grazie ai videogame si può sperimentare virtualmente ciò che di solito nella vita quotidiana si arriva solo a sognare. Quando poi si parla di spettacolarità in ambito videoludico, pochi giochi riescono a essere appaganti come quelli di corsa: tra velocità da capogiro e simulazione fisica, dettagli grafici del paesaggio e azione mozzafiato, il coinvolgimento e l’adrenalina sono garantiti ai massimi livelli.

“F1 22” è il titolo che tutti gli appassionati di Formula 1 stavano aspettando: con la licenza del FIA Formula One World Championship 2022 (che include tutti i piloti dei team ufficiali, le nuove regole, le auto ridisegnate e l’inedito autodromo di Miami International) ci si trova di fronte al più completo e migliore prodotto dedicato alle monoposto. Nella modalità carriera si potrà addirittura creare la propria scuderia per condurla alla gloria sia come pilota – prendendo parte, oltre alle gare, pure allo sviluppo della vettura e ai programmi di test nelle prove libere – che come manager, occupandosi di numerosi aspetti gestionali, dal reclutamento dei piloti ai contratti con gli sponsor. La rinnovata intelligenza artificiale adattiva, che riesce a modulare sulle prestazioni del giocatore il livello di performance e aggressività degli avversari in pista, è la ciliegina sulla torta in grado di dispensare divertimento a iosa a ogni tipo di utente, dal corridore incallito all’autista della domenica.

Per chi alla realtà del presente preferisce la fantasia del mondo che verrà è da non lasciarsi sfuggire l’eccellente “Redout 2”, videogioco di corse futuristiche in cui si pilotano velocissime hovership (velivoli sospesi su cuscinetti d’aria) che sfrecciano a 2.000 km/h. A oltre un lustro dal suo predecessore, questo secondo capitolo – sempre firmato dalla talentuosa software house italiana 34BigThing – ne rappresenta un’encomiabile evoluzione di stampo simulativo: sarà infatti possibile governare ogni aspetto del modello di guida, dalle virate alle cabrate, dall’accelerazione agli aerofreni, dal turbo alle derapate. Personalizzazione spinta pure per le parti del proprio mezzo, che tra le altre contemplano motori a razzo, alettoni, stabilizzatori, intercooler e timoni. Ci si potrà poi cimentare in entusiasmanti competizioni su ben 36 circuiti pieni di curve a gomito, salti vertiginosi e paurosi giri della morte, tra diversi tipi di modalità di gara in solitaria contro avversari computerizzati o anche online fino a 12 giocatori in contemporanea.

Chi, da bambino, non si divertiva giocando con le macchinine? Adesso è possibile rivivere quei gioiosi momenti all’ennesima potenza, grazie alla realtà virtuale e al meraviglioso “BlazeRush: Star Track”. Ci si troverà di fronte a dettagliati diorami delle piste in cui far sfrecciare il proprio bolide (ce ne sono una ventina tra i più bizzarri, dotati di ruote, cingolati o persino propulsori a reazione) da guidare utilizzando il controller a mo’ di radiocomando. Il bello è che i veicoli saranno pure equipaggiati di un variegato arsenale da scatenare contro gli avversari durante le agguerrite competizioni per il podio. Oltre a una corposa campagna per singolo giocatore, sarà possibile gareggiare contro altri utenti, fino a un massimo di 4 in modalità locale e 8 qualora si preferisca utilizzare il collegamento online. L’update speciale per il visore Meta Quest 2 include encomiabili migliorie, dal punto di vista sia tecnico sia contenutistico, rendendo questa versione la migliore per tutti i fan della realtà virtuale.

 

Di Piermarco Rosa

VOTO:

aspetti positivi

Aspetti negativi

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl