app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
John Travolta e Sanremo

John Travolta e Sanremo: 200mila euro di imbarazzo

Il cachet per la discussa performance di Joh Travolta nella 2ª puntata di Sanremo si aggira sui 200mila euro: è subito polemica
|

John Travolta e Sanremo: 200mila euro di imbarazzo

Il cachet per la discussa performance di Joh Travolta nella 2ª puntata di Sanremo si aggira sui 200mila euro: è subito polemica
|

John Travolta e Sanremo: 200mila euro di imbarazzo

Il cachet per la discussa performance di Joh Travolta nella 2ª puntata di Sanremo si aggira sui 200mila euro: è subito polemica
|
|
Il cachet per la discussa performance di Joh Travolta nella 2ª puntata di Sanremo si aggira sui 200mila euro: è subito polemica
È stato decretato come il peggior momento della seconda puntata di Sanremo2024 (e forse più) dal pubblico e dalla stampa il siparietto tra Amadeus, Fiorello e la star John Travolta, piegatasi da “Pulp Fiction” al “Ballo del Qua Qua” in mondovisione.
 
Fortunatamente non lo rivedremo mai più. Il motivo? Lo stesso John Travolta non ha firmato la liberatoria per l’utilizzo di quelle immagini poiché, a quanto si apprende, non sapeva che sarebbe stato coinvolto in quel siparietto giudicato dallo stesso Fiorello”una delle gag più terrificanti della storia”.
Secondo quanto riferisce Adnkronos il cachet a lui riservato si aggirerebbe sui duecento mila euro per circa 15minuti di apparizione discutibile. La cifra non comprenderebbe le spese di trasferta che sarebbero state affrontate in concorso, in quanto l’attore ha raggiunto Nizza con il suo aereo privato ed era in zona per un impegno con uno sponsor.
 
Quasi dimenticato l’interessante dialogo iniziale fra Travolta e Giorgia sul film di Fellini ‘La Strada’: “A 4 anni ho visto il questo film per la prima volta con mamma e papà e mi è piaciuto tantissimo. Mi sono innamorato di Giulietta Masina ma non ho mai capito perché è morta. Papà mi disse: “Perché le hanno spezzato il cuore”. Io non sapevo che qualcuno potesse morire per questo. Da quel momento ho pensato che non avrei mai spezzato il cuore a nessuno”.
 
Resta la polemica per un momento definito all’unanimità come imbarazzante per una delle pietre miliari del cinema internazionale, costretto ad una svalutazione di sé stesso ai fini pop-televisivi.
A quanto pare però, per una lauta ricompensa.
di Raffaela Mercurio
 

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Sangiovanni: “Bisogna avere il coraggio di fermarsi”

Il giovane Sangiovanni, reduce dal penultimo posto sanremese con “Finiscimi” annuncia sui suoi so…

Napoli in festa all’accoglienza di Geolier

Geolier rientra a Napoli, nella sua Secondigliano, accolto come un eroe dagli abitanti: “Il Rione…

Sanremo insegna

Per quasi una settimana l’argomento principale delle conversazioni è stato il Festival di Sanremo…

Ghali, l’ambasciatore e l’equilibrio

La polemica sulla frase “Stop al genocidio” del cantante Ghali: nessuna superficialità ma, semmai…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI