app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Angelina Mango Geolier

Vince Angelina, Geolier trionfa (fra il pubblico). Abbiamo due star

Ha vinto una predestinata, ha vinto Angelina Mango, spinta al trionfo dalla sala stampa e dalle radio, visto che al televoto Geolier aveva fatto manbassa con il 60% di voti
|

Vince Angelina, Geolier trionfa (fra il pubblico). Abbiamo due star

Ha vinto una predestinata, ha vinto Angelina Mango, spinta al trionfo dalla sala stampa e dalle radio, visto che al televoto Geolier aveva fatto manbassa con il 60% di voti
|

Vince Angelina, Geolier trionfa (fra il pubblico). Abbiamo due star

Ha vinto una predestinata, ha vinto Angelina Mango, spinta al trionfo dalla sala stampa e dalle radio, visto che al televoto Geolier aveva fatto manbassa con il 60% di voti
|
|
Ha vinto una predestinata, ha vinto Angelina Mango, spinta al trionfo dalla sala stampa e dalle radio, visto che al televoto Geolier aveva fatto manbassa con il 60% di voti
Ha vinto una predestinata, ha vinto Angelina Mango, spinta al trionfo dalla sala stampa e dalle radio, perché al televoto Geolier aveva fatto manbassa con addirittura il 60% di voti sui cinque finalisti. Un dato che riapre polemiche e qualche ferita, ma certifica una popolarità del rapper-trapper partenopeo dilagante dalle Alpi a Lampedusa. Esito finale a parte, il Festival di Sanremo 2024 ha consacrato due artisti che potranno accompagnarci a lungo. In definitiva, ciò che distingue un Sanremo destinato a essere ricordato da un’edizione più “di routine“. Geolier e Angelina Mango hanno staccato tutti nell’insieme delle cinque serate e lo sottolineiamo confermando quanto scritto appena 24 ore fa, dopo i fischi che hanno sommerso Geolier per la vittoria nella serata dei duetti e delle cover.  Il momento meno riuscito – paragonandolo alle prove di altissimo livello di alcuni dei colleghi – di un ragazzo che per il resto non ha sbagliato nulla. Anzi.  Già abituato a numeri spaventosi e a una popolarità vastissima fra i più giovani e nel suo “mondo“ musicale (che aiutano a capire quel travolgente 60%), Sanremo ha proiettato Geolier in una dimensione diversa. Quella dei grandi, quella che va maneggiata con estrema cura se non vuoi esserne schiacciato.  La prima prova veramente tosta è arrivata proprio dopo i fischi di venerdì: Geolier avrebbe potuto agevolmente deragliare e invece ha mostrato un equilibrio e una maturità da protagonista affermato. Difesa decisa quando necessario (l’accusa ridicola di aver “rubato“ la vittoria), ma anche la capacità di disinnescare polemiche e cattiverie gratuite.  Da napoletano l’augurio sincero, profondo e sentito è che questo ragazzo sappia indirizzare le proprie energie esattamente dove ha detto e come ha detto di voler fare: mostrando a tanti suoi coetanei e anche molto più giovani di lui che l’impegno, il sacrificio e il “crederci” possono fare la differenza nella vita. Lasciando stare certe forme di napoletanità “contro”, di cui non abbiamo alcun bisogno. Angelina Mango ha riempito il cuore d’Italia, infilando una serie di “prestazioni” sul palco dell’Ariston impressionanti, considerate l’età e l’esperienza. Il suo pezzo è cresciuto sera dopo sera, l’interpretazione pure e venerdì francamente non ce n’era stata per nessuno o quasi.  Un diamante neppure troppo grezzo che potrebbe mettere a segno colpi straordinari negli anni a venire.  Non ci siamo dimenticati altri grandi protagonisti della settimana, a cominciare da Annalisa, Ghali e Mahmood, ma dovendo fare una scelta crediamo che queste due giovanissime star della musica italiana siano destinate a dire molto. Starà a loro essere capaci di gestire successo, fama, pressioni che – come detto – possono frantumare gli ego. A oggi, speriamo di no. di Fulvio Giuliani

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Sangiovanni: “Bisogna avere il coraggio di fermarsi”

Il giovane Sangiovanni, reduce dal penultimo posto sanremese con “Finiscimi” annuncia sui suoi so…

Napoli in festa all’accoglienza di Geolier

Geolier rientra a Napoli, nella sua Secondigliano, accolto come un eroe dagli abitanti: “Il Rione…

Sanremo insegna

Per quasi una settimana l’argomento principale delle conversazioni è stato il Festival di Sanremo…

Ghali, l’ambasciatore e l’equilibrio

La polemica sulla frase “Stop al genocidio” del cantante Ghali: nessuna superficialità ma, semmai…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI