app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Il bavaglio ai fumetti per bambini

Dopo “Apple Daily” la censura del governo cinese colpisce un’associazione di ortofonia, arrestati cinque membri accusati di sedizione.  

Il bavaglio ai fumetti per bambini

Dopo “Apple Daily” la censura del governo cinese colpisce un’associazione di ortofonia, arrestati cinque membri accusati di sedizione.  

Il bavaglio ai fumetti per bambini

Dopo “Apple Daily” la censura del governo cinese colpisce un’associazione di ortofonia, arrestati cinque membri accusati di sedizione.  

Dopo “Apple Daily” la censura del governo cinese colpisce un’associazione di ortofonia, arrestati cinque membri accusati di sedizione.  

I fumetti per bambini incitano all’insurrezione e alla violenza. Dopo aver fatto chiudere i battenti ad “Apple Daily”, il giornale pro democrazia, la scure della censura cinese a Hong Kong si allarga ai contenuti per i più piccoli. Cinque membri di un’associazione di ortofonia, che si occupa di tecniche rieducative per i difetti di pronuncia, sono stati arrestati con l’accusa di sedizione. La loro ‘colpa’? Avere pubblicato tre libri a fumetti che secondo la Squadra speciale cinese che si occupa della sicurezza avrebbero incitato i bimbi alla rivolta anti-governativa. Utilizzando le immagini delle pecore e degli agnelli, i libriccini raccontavano una serie di episodi che avevano visti i cittadini contrapposti alle forze di sicurezza. Inaccettabile, secondo Pechino, che ancora una volta ignora gli accordi sino-britannici che dovevano garantire una certa autonomia a Hong Kong, facendo capire chiaramente chi comanda e che il dissenso non solo non è gradito ma verrà punito. Secondo la polizia i fumetti ‘incriminati’ «attizzavano l’odio contro il governo e la giustizia di Hong Kong» e i loro autori sono «cospiratori sediziosi». Ad aggravare la loro posizione il fatto che avessero organizzato sedute pubbliche di lettura per bambini fra i 5 e gli 8 anni: per la Cina quello è stato un «comportamento sinistro ed estremamente malvagio» che mirava a condizionare i fanciulli e a spingerli a glorificare la violenza peraltro utilizzando informazioni distorte. Democrazia, questa sconosciuta.   di Annalisa Grandi 

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Cosa è cambiato

11 settembre: le recenti immagini sull’Afganistan richiamano un fantasma del passato, quello del …

L’Eni e la realtà della fusione nucleare

Un esperimento riuscito di fusione nucleare potrebbe cambiare le regole del gioco

L’antico potere di graziare i condannati

Graziare i condannati è uno dei poteri più complessi del Presidente della Repubblica. Con il caso…

Dopo un’estate in bicicletta, w l’inverno

Basta estate, basta bicicletta. Le due ruote con i pedali e le gonnelle alzate leggermente da…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI