app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app

Per un briciolo di notorietà in più

Amanda Knox e la gravidanza sui podcast

Da subito era stata lei a catturare l’attenzione dei media. Continua a cavalcare l’onda lunga della notorietà Amanda Knox, la studentessa di Seattle arrestata per l’omicidio di Meredith Kercher avvenuto a Perugia il 1 novembre 2007 e assolta poi in via definitiva nel 2015.

Protagonista di innumerevoli interviste, di programmi tv e di una serie-documentario, adesso ha deciso che anche la sua gravidanza merita di essere raccontata. Insieme al marito Christopher Robinson ha infatti annunciato, durante una puntata dei podcast che stanno realizzando insieme, di aspettare un bambino. Poche settimane dopo aver rivelato, sempre via podcast, di aver subìto un aborto spontaneo. Per non farsi mancare neanche un’occasione di visibilità, i due hanno quindi deciso di raccontare tutte le fasi della gravidanza fino alla nascita del figlio.

Knox è perfettamente in linea con l’epoca in cui qualsiasi cosa può essere messa in piazza per un angolino di notorietà (e qualche soldo in più). Che la si trovi o meno simpatica, bisogna riconoscerle di aver saputo sfruttare come nessun altro la sua vicenda processuale, trasformandosi in un personaggio. Merito anche dei media americani che già nelle prime fasi dell’inchiesta l’avevano trattata come la vittima di un sistema giudiziario che voleva inchiodare una innocente. La giustizia ha stabilito che Amanda tale in effetti è, ma la fine del processo non ha certo spento i riflettori su “Foxy Knoxy”. Una che non ha alcuna intenzione di tornare all’anonimato di una vita normale.

di Gaia Bottoni

Registrati e leggi gratis La Ragione!

Accedi

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl