app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Germanexit

L’impossibile incubo Germanexit

La Germania e il Germanexit. Il programma è ambizioso ma decisamente poco originale: proporre un referendum per chiedere ai cittadini tedeschi se uscire dall’Unione europea
|

L’impossibile incubo Germanexit

La Germania e il Germanexit. Il programma è ambizioso ma decisamente poco originale: proporre un referendum per chiedere ai cittadini tedeschi se uscire dall’Unione europea
|

L’impossibile incubo Germanexit

La Germania e il Germanexit. Il programma è ambizioso ma decisamente poco originale: proporre un referendum per chiedere ai cittadini tedeschi se uscire dall’Unione europea
|
|
La Germania e il Germanexit. Il programma è ambizioso ma decisamente poco originale: proporre un referendum per chiedere ai cittadini tedeschi se uscire dall’Unione europea

Il programma è ambizioso ma decisamente poco originale: proporre un referendum per chiedere ai cittadini tedeschi se uscire dall’Unione europea. Una riedizione in salsa teutonica della sciagurata Brexit, nonostante in tutto il Regno Unito non si trovi più un ‘padre putativo’ di quel clamoroso successo politico. All’atto pratico una sciagura, ripudiata dalla grande maggioranza dei sudditi di sua Maestà.

Una realtà che non interessa alla leader di Alternative für Deutschland Alice Weidel o che almeno quest’ultima fa finta di ignorare pur di segnare qualche punto propagandistico. A dirla tutta, più che sognare una pressoché impossibile Germanexit (ipotesi che negli ultimi sondaggi non arriva al 10%), la Weidel dovrebbe preoccuparsi dell’ostracismo che non accenna a diminuire nei confronti della sua forza politica.

Anzi, proprio lo scorso fine settimana un milione e mezzo di tedeschi è sceso in strada per respingere qualsiasi ipotesi di coinvolgimento di AfD nel governo. Cosa che sostanzialmente l’intero ‘arco costituzionale’ tedesco esclude, quantomeno a livello federale. Tutto questo non significa che l’ultradestra non ‘minacci’ di ottenere un risultato comunque eccellente alle prossime elezioni europee, sognando addirittura di piazzarsi al secondo posto (alle spalle soltanto della Cdu e davanti a socialdemocratici e verdi). Un bel problema per tutti ma comunque faccenda lontanissima dal poter trascinare la Germania a un folle isolazionismo antieuropeo.

di Marco Sallustro

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

La nuova intelligence russa

La guerra si combatte con diversi mezzi e un esempio sono i servizi segreti russi, che stanno ric…

Due anni di guerra in Ucraina

Il 24 febbraio saranno due anni di guerra in Ucraina. 24 mesi di sofferenze e inumanità che hanno…

“The Tube” si rifà il look, nuovi nomi per le linee della metro di Londra

Grande cambiamento per la celebre “The Tube”: nuovi nomi e colori per ogni linea. Sarà la più gra…

L’entrata in politica di Julia Navalnaya, la moglie di Navalny

Mosca – L’annuncio dell’entrata in politica di Julia Navalnaya è il primo passaggio, praticamente…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI