app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app

Un week-end a Budapest con il Green Pass

Atmosfere berlinesi e mercatini vintage dal sapore londinese. Un mix vincente per una delle città più amate dai giovani europei. Un week-end nella capitale ungherese alla portata di tutte le tasche.

| ,

Con il certificato verde europeo, si è ripreso a viaggiare con più facilità. Se non fosse per il green pass e un form da compilare per l’entrata nei differenti Paesi dell’Unione, gli spostamenti internazionali sembrerebbero essere tornati ai tempi pre pandemia. Pensare a un week end fuori porta non fa più così strano. 

Londra, Roma, Berlino, Parigi sono le grandi attrattive da raggiungere con voli economici e da girare in pochi giorni. 

Ma negli ultimi tempi ha fatto il suo ingresso tra le big anche Budapest, la capitale dell’Ungheria. Attraversata dal Danubio, la città attrae ogni giorno turisti sempre più vari e, soprattutto, giovani che fino a poco tempo fa avrebbero preferito le più tradizionali città del centro Europa a una capitale dell’est. 

E invece, quasi tutti si trovano sorpresi da quanta familiarità e allo stesso particolarità si possa trovare in un solo luogo. Budapest è esteticamente bellissima, ordinata, elegante e con un’ampia gamma di servizi, proprio come ci si aspetterebbe da una città tedesca o del Nord Europa. Ad ogni angolo si trovano mercatini, negozi vintage, bar e discoteche che non hanno niente da invidiare alla movida berlinese o londinese. 

Allo stesso tempo, le sue radici affondano in una tradizione che può sembrare in parte esotica ed estranea a un giovane proveniente dall’Europa continentale; moltissime le influenze mediorientali mentre il cuore della città è il quartiere ebraico che, insieme a numerose attrattive non solo religiose, è anche la sede deldella più grande Sinagoga d’Europa. 

Il Parlamento, il Budapest Eye, la ruota panoramica simbolo della città, si trovano tutti nel centro della città, famoso anche per la grande quantità di locali dove mangiare etnico o bere una birra a pochi euro. 

Infatti, uno dei grandi motivi per cui la città è così attraente per i turisti è la sua grandissima accessibilità: cene a meno di 20 euro, birre a tre euro, locali con entrata gratuita per ballare tutta la notte.  

Se la capitale ungherese vi ha incuriosito, questi sono i posti in cui mangiare assolutamente, bere e vivere Budapest in tutte le sue sfumature.

 

  1. Cirkusz

Prezzo medio: 15 euro 

Atmosfera intima, ricerca nelle combinazioni dei sapori, colori accessi. Il brunch perfetto si trova da Circusz, nel cuore del quartiere ebraico, che propone una vasta gamma di panini gourmet dai colori sgargianti, cocktail e tutto quello che si potrebbe desiderare per lavostra colazione/pranzo.

Brunch a Budapest 

 

2. Mazel Tov

Se siete invece alla ricerca di una cena più romantica, Mazel Tov è il luogo perfetto. Le lucine e le piante dell’ambiente, accompagneranno la cucina giudea/medioorientale del locale. Imperdibile il famoso hummus! 

Cena romantica

Prezzo media per una cena: 17 euro 

 

3. Szimpla Kert

Per una bevuta, sia pomeridiana che serale, ma anche semplicemente per una visita e per tenere tutto il tempo il naso all’insù, non si può non passare dal Szimpla Kert

Un luogo non categorizzabile, fuori dal tempo, dove gli oggetti prendono nuove vite, gli stili si mischiano e gli anni scorrono visibili attraverso l’accumularsi degli oggetti.

Bere

 

4. Instant Fogas

E per gli amanti della vita notturna, c’è solo l’Instant Fogas. Discoteca nata dall’unione di più locali, ha tantissime sale, tutte con uno stile e un tipo di musica diverso. L’ingresso è libero ed è impossibile annoiarsi.

discoteca

 

 

di Sara Tonini

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl