app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Indiscutibile

La vittoria di Mahmood e Blanco al Festival di Saremo è stata più che meritata. Aggiunge valore al pezzo aver vinto l’edizione segnata da un successo ormai impensabile nella televisione del III millennio.

| ,

Per una volta, è andata esattamente come doveva andare. Il trionfo di Mahmood e Blanco è indiscutibile per la raffinatezza del pezzo, l’esecuzione impeccabile nell’arco delle cinque serate, la presenza scenica e il valore complessivo di due artisti realmente di un’altra categoria, rispetto anche a molti dei colleghi della cosiddetta Nouvelle Vogue di Spotify.

Non a caso, alle loro spalle si sono piazzati una splendida professionista con trent’anni di successi e un mostro sacro senza tempo come Gianni Morandi. Però, è giusto che abbiano vinto loro, capaci di conquistare dal primo ascolto – del resto, ci eravamo sbilanciati sulla loro vittoria martedì insieme alla stragrande maggioranza della critica – eppure di far crescere il piacere per il brano serata dopo serata, streaming dopo streaming.

L’aver vinto un’edizione di Sanremo di questo livello, segnata da un successo considerato ormai impensabile nella televisione del III millennio, aggiunge valore e potrebbe proiettare “Brividi“ in quel ristretto numero di canzoni che non solo vincono al Festival, ma restano nel tempo. Lo meriterebbe.

di Fulvio Giuliani

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl