app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app

La Mostra passa, ora tocca a noi

Oggi termina la 78esima edizione della Mostra del cinema di Venezia, la seconda in tempo di pandemia. Allo spegnersi dei riflettori non deve però terminare l’entusiasmo di una ripartenza tanto sperata. Ora tocca a ciascuno di noi.

| ,

Non sappiamo ancora chi vincerà il Leone d’Oro alla Mostra del cinema di Venezia ma cos’è stata, questa 78esima edizione, la seconda in tempo di pandemia, possiamo già raccontarlo.

Perché quando i riflettori si spegneranno certo rimarranno i premi, rimarranno le tante foto di red carpet, rimarranno le dichiarazioni di attori e registi ma soprattutto speriamo che rimanga quell’entusiasmo che qui è stato tangibile e che mai come adesso ci è necessario.

Spesso si ha la sensazione che certi eventi siano come mondi paralleli, realtà scisse da quella con cui le persone ‘normali’ devono confrontarsi ogni giorno. Eppure questa pandemia ha trasformato il mondo del cinema che tanto pareva distante in ciò che di più vicino c’è ai problemi che ha vissuto chiunque nel mondo del lavoro, dell’imprenditoria, delle aziende.

Per questo Venezia non è stata una ‘bolla’: c’era una città intera che aspettava questi giorni per rialzare la testa dopo mesi di chiusure, c’erano quegli stessi attori, quegli stessi registi, che si sono confrontati con una crisi spaventosa per il settore, che al Lido tornavano protagonisti. E forse si giocavano più del solito, perché da qui o si ricomincia o si rischia di ritrovarsi davanti a scenari occupazionali davvero drammatici.

Per chi è in prima linea ma anche per i tantissimi che nessuna telecamera inquadrerà mai e che invece sono fondamentali perché lo show possa esistere. Lo si vedrà solo quando le luci saranno spente, quando i film arriveranno finalmente di nuovo nelle sale cinematografiche, quando si faranno i conti, quelli veri.

Per il resto, rimarranno certo i momenti che hanno appassionato ciascuno o tanti, dal discorso di Roberto Benigni all’attesissima coppia Jennifer Lopez-Ben Affleck. Ma per chi ha potuto esserci resteranno anche i sorrisi di ristoratori che la pandemia aveva messo in ginocchio e che hanno visto di nuovo i loro ristoranti pieni, resterà il rifiorire di una città di nuovo percorsa da tantissime persone, a cancellare speriamo definitivamente l’ombra di quelle strade vuote durante i lockdown.

E se è vero che è facile innamorarsi di Venezia, e ancora di più lo è durante la settimana della Mostra del cinema, la speranza è che torni la voglia di creare, di ideare, di eccellere che ha fatto grande l’Italia in passato e a cui dobbiamo aggrapparci con tutte le nostre forze, accantonando se possibile la passione – anche quella molto nostrana – per la lamentela. Perché una volta che i riflettori si spengono, tocca a ciascuno di noi.

 

di Annalisa Grandi

Registrati e leggi gratis La Ragione!

Accedi

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl