app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

La Sindrome di Tourette non ferma Billie Eilish

Anche per mettere a tacere le malelingue, la giovanissima cantante Billie Eilish ha raccontato di essere affetta fin da piccola dalla Sindrome di Tourette. Un disturbo di cui si parla sempre di più senza più vergogna.

|

“Mi piacerebbe chiarirlo così che tutti possano smettere di comportarsi da stupidi: ho la Sindrome di Tourette”. Comincia così una delle storie Instagram più note di Billie Eilish, la giovanissima cantante USA conosciuta in tutto il mondo per hit come Bad guy e Lovely.

La Sindrome di Tourette, nota anche come Sindrome di Gilles de la Tourette, è quel disturbo neurologico caratterizzato da tic multipli ripetuti come suoni e spasmi muscolari improvvisi e privi di finalità. Quelli che una volta venivano comunemente bollati come tic.

“Le mie tourettes rendono le cose facili molto più complicate – ha raccontato la popstar –  certe cose aumentano e/o innescano l’intensità dei miei tic. Ma sono qualcosa con cui sono cresciuta e a cui sono abituata. La mia famiglia e gli amici più cari la conoscono come una parte di me”.

Ma a chi si riferisce Billie quando parla di “comportamenti stupidi”? Alle persone che, accorgendosi di alcuni “movimenti strani del suo corpo e in modo particolare del suo viso” durante apparizioni televisive e concerti, hanno caricato su YouTube video compilation di scherno che riuniscono i vari tic della cantante. E queste azioni, come prevedibile, l’hanno messa molto a disagio.

 

 

Billie, nonostante i suoi 20 anni, è una cantante famosissima in tutto il mondo e dal 2018, anno in cui è esploso il fenomeno mondiale “Billie Eilish”, parla pubblicamente, senza filtri, di cosa significhi avere questo disturbo.

Spesso quando Eilish viene intervistata, gli occhi vengono puntati sui suoi atteggiamenti e si finisce per parlare della Sindrome di Tourette.

Il suo caso ha acceso i riflettori su questa Sindrome che è molto più comune di quel che si pensi. I primi sintomi compaiono solitamente in pazienti di età compresa tra i 4 e i 10 anni e in forma ancor più grave tra i 10 e i 12 anni. Questi disturbi colpiscono circa 1 individuo su 100.

La Eilish ha studiato tecniche di autocontrollo fin da quando era piccola per tenere a bada i tic che nel suo caso sono esclusivamente fisici e non verbali. La sua testimonianza, rivolgendosi in modo particolare ai giovanissimi fan ma non solo, è un grande esempio di come, nonostante le difficoltà, sia riuscita ad affermarsi. Il fatto di esporre le problematiche che comporta la Sindrome di Tourette e spiegare ciò che si può fare per riuscire, o almeno provarci, a migliorare le cose, aiuta tanti che ne soffrono a non vergognarsi più. Un esempio è l’intervista rilasciata nel programma “The Ellen Show” di Ellen DeGeneres, uno tra i più seguiti negli Stati Uniti.

Ma Billie non è l’unica celebrità ad avere questa Sindrome, altri esempi celebri sono il famoso compositore e musicista Wolfgang Amadeus Mozart, l’ex calciatore Paul Gascoigne (che ha avuto vari tic nervosi e iniziato ad emettere strani suoni e urla in modo particolare dopo la morte del fratellino di un suo caro amico che gli aveva affidato per controllarlo a seguito di un incidente), il calciatore e dirigente sportivo Tim Howard ed Eminem anche se di quest’ultimo non si ha la certezza. Tix, cantante che ha rappresentato la Norvegia all’Eurovision Song Contest 2021, ha questa patologia. Il suo nome d’arte non è casuale ma fa riferimento ai “tic” nervosi che ha: “Tix” era il soprannome che gli davano i compagni di classe a scuola per prenderlo in giro.

In Italia ci sono persone che hanno fatto della sensibilizzazione verso questa patologia un po’ imbarazzante (soprattutto quando contempla il turpiloquio incontrollato in pubblico) una mission. Il canale utilizzato non poteva che essere YouTube. Lo youtuber Claudio Colica ha fatto capire come questa Sindrome non comporti per forza solamente dire tante parolacce mentre Sabrina Marchetti che è diventata a tutti gli effetti una star del web grazie alla sua autoironia. Quest’ultima ha anche partecipato al programma “Primo appuntamento” su Real Time mostrando i tic giustamente senza alcun filtro e vergogna.

“Il fatto è che non ho mai voluto che le persone pensando a me pensassero anche alla Tourette”. Billie Eilish, e tutte le altre persone, non sono solo la Sindrome di Tourette ma molto di più.

 

di Filippo Messina

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl