app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Elefsina città sostenibile

L’euforia sostenibile della città greca Elefsina

Elefsina, capitale europea della cultura 2021, diventa modello europeo di città sostenibile con il progetto “Transition to EUphoria”

L’euforia sostenibile della città greca Elefsina

Elefsina, capitale europea della cultura 2021, diventa modello europeo di città sostenibile con il progetto “Transition to EUphoria”

L’euforia sostenibile della città greca Elefsina

Elefsina, capitale europea della cultura 2021, diventa modello europeo di città sostenibile con il progetto “Transition to EUphoria”
Elefsina, capitale europea della cultura 2021, diventa modello europeo di città sostenibile con il progetto “Transition to EUphoria”
L’uomo, sin dai tempi più antichi, ha ricercato la felicità all’interno della propria vita: Leopardi si era illuso spiegandoci che gli uomini antichi fossero più felici grazie al ruolo della natura, benigna, filtro delle atrocità della realtà. Con il tempo però, sempre secondo l’autore di Recanati, il progresso ha spazzato via quel filtro illusorio, mostrando le crudeltà del mondo e la non esistenza di quella sorta di metafisica e di spiritualismo in cui si credeva. Il rapporto fra uomo e natura è l’obiettivo che l’uomo contemporaneo cerca di raggiungere attraverso le idee di ‘sostenibile’ e di ‘rivoluzione green’, ma in Europa esiste già una città che è riuscita a investire e a risollevare le proprie sorti grazie a queste teorie: la città greca Elefsina, un tempo Eleusi, antica terra della dea Demetra, è la capitale della cultura europea 2021 e attraverso una serie di investimenti sull’idea di città sostenibile è riuscita a rappresentare un modello per l’Europa intera. La storia della piccola cittadina portuale è stata caratterizzata dal dramma di un’industrializzazione selvaggia, avvenuta male, ma allo stesso tempo da una voglia di riscatto moderno attraverso il proprio programma politico-culturale “Transition to EUphoria”. Il progetto si propone di rendere la città un polo di sostenibilità in tutti i campi – urbana, culturale, artistica, economica – perdendo completamente la sua caratteristica di bieco polo industriale e investendo in un piano sociale e culturale che faccia rinascere la città anche a livello economico. L’idea di ‘euforia’, allora, è nella riscoperta di una caratteristica originale di una civiltà, di una cultura o di una città così come è avvenuto a Elefsina, ovvero aver ritrovato quel legame originario con la terra che l’aveva contraddistinta sin dai tempi delle poleis greche e che potrà caratterizzarla anche nel futuro.   di Francesco Baldi

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Arte, valorizzazione e mercato

Arte e mercato: come poter aumentare il flusso di visitatori nei musei?

Google Maps è solo la punta dell’iceberg

Uno dei tre articoli finalisti della borsa di studio in collaborazione con l’Università IULM per …

Come rendere l’Intelligenza Artificiale alla portata di tutti?

Uno dei tre articoli finalisti della borsa di studio in collaborazione con l’Università IULM per …

Il cinema ha sempre danzato con caso e necessità

Uno dei tre articoli finalisti della borsa di studio in collaborazione con l’Università IULM per …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI