app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Carlo Fusi

Giornalista e commentatore, anacronistico amante della politica, cocciutamente popperiano, perdutamente romanista.

Prime cure

Il Consiglio dei Ministri ha approvato le norme del Csm all’unanimità. È il primo passo verso un “servizio giustizia” equo e giusto, come merita un Paese democratico. Ma la strada è ancora lunga e accidentata.

RiPresidente

La rielezione di Mattarella a Presidente della Repubblica ha dato certezze istituzionali necessarie in questo momento, ma le elezioni del 2023 aprono al quesito: Prevarrà ancora la scelta tecnica o si lascerà il campo a quella …

Più che il retroscena indigna il proscenio

La rielezione di Mattarella come Presidente della Repubblica è un sospiro di sollievo per l’intero Paese. Poteva andare molto peggio ma anche molto meglio però: le macerie sono tante e il futuro del Governo ancora più incerto.

Maggioranza

Nel contesto confuso che anticipa l’elezione del Presidente della Repubblica c’è una certezza solida che va preservata: l’equilibrio politico di questo governo che ha raggiunto risultati significativi.

Come il baccanale ha zittito chi guida il governo

Affermare che le ultime misure anti-pandemia varate dal governo abbiano peccato di confusione è un eufemismo. La domanda da porsi è perché si sia prodotto un tale straniamento su un terreno delicatissimo che rappresenta il prin…

Se credono a quel che dicono si impegnino nella continuità

Se l’unità nazionale è la modalità politica migliore per rimettere in sesto il sistema-Italia, allora i partiti non la devono usare come coperta di Linus delle loro insufficienze. Le coalizioni sono salvifiche, le ammucchiate p…

Solo il vuoto

Dal futuro di Mario Draghi dipende l’equilibrio dell’Italia. Le forze politiche hanno il dovere di prendere una decisione per mettere in sicurezza il Paese, spiegando ai cittadini come vogliono procedere e cosa intendono fare p…

Non coscienti

La richiesta di Mattarella ai magistrati non è un invito e neppure un appello. Si tratta di un’istanza formale perché così il pianeta giustizia non può più andare avanti.

Senza partiti

Sorpresa, ma non troppo: il Parlamento riconoscerà ai suoi membri la pensione anche quando non dovessero arrivare a 4 anni, 6 mesi e un giorno di legislatura. Nessun problema quindi un’eventuale ritorno alle urne anticipato. La…

Uniti nella disunità

Il centrodestra assomiglia sempre di più a “L’Orlando innamorato”, colui «che del colpo non accorto andava combattendo ed era morto». L’assassino però non è nessuno dei tre: è SuperMario Draghi.

Partito democratico, aspettando una strategia

Il Partito Democratico ha visto sgretolarsi nel voto segreto sul ddl Zan il tesoretto appena guadagnato grazie al trionfo amministrativo. Questione che incrocia la partita più importante della legislatura: l’elezione del nuovo …

Berlusconi tra voto segreto e palese

Dopo la bocciatura del ddl Zan grazie ai franchi tiratori, nel centrosinistra si accende l’allarme per il probabile ritorno di Silvio Berlusconi. Questa volta addirittura al Quirinale.

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl