app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Il bello che galleggia in laguna

Can Yaman a Venezia. E la scena è tutta per lui.
|

Il bello che galleggia in laguna

Can Yaman a Venezia. E la scena è tutta per lui.
|

Il bello che galleggia in laguna

Can Yaman a Venezia. E la scena è tutta per lui.
|
|
Can Yaman a Venezia. E la scena è tutta per lui.
È amatissimo dal pubblico femminile e al Lido di Venezia ha rubato la scena ad attrici e modelle. Can Yaman, attore turco fino a poco tempo fa praticamente sconosciuto, è la risposta al maschile ai profluvi di parole che tradizionalmente vengono spesi per le donne che calcano il red carpet della Mostra del cinema. Perché, al di là della fiction “DayDreamer” che l’ha fatto conoscere anche in Italia, è ovviamente il suo aspetto fisico che cattura l’attenzione di giovani e meno giovani. Abito scuro con tanto di paillettes, occhiali da sole, per un giorno la scena è stata tutta sua, complice anche il gossip sulla fine della sua relazione con un’altra popolarissima, Diletta Leotta. Ha ricevuto una menzione speciale nel Filming Italy Best Movie Award, dedicato alle serie televisive. E poi, sul tappeto rosso i fotografi lo hanno immortalato accanto all’attrice israeliana Moran Atias. Quanto basta per scatenare gli appassionati di cronaca rosa. Al di là di tutto questo, e nulla togliendo alle sue capacità professionali, resta il fatto che Yaman è soprattutto bello.

Si può dire, anche se trattasi di un uomo?

Non a caso tra l’altro il premio come personaggio televisivo dell’anno gli è stato conferito con la motivazione di «aver rivoluzionato il concetto di divismo contemporaneo, con un’immagine seducente ma sofisticata». Parole che siamo soliti leggere se il soggetto è femminile. Invece, eccola qui la parità. Anche di un uomo si può dire che è soprattutto bello da guardare. Con buona pace di chi storce il naso.   Di Gaia Bottoni

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Cliff Burton: 35 anni senza il bassista che aggraziò i Metallica

Cliff Burton, morto in un tragico incidente mentre era in tour, contaminò il Metal con la melodia…

Gino Santercole, musicista della via Gluck e il suo amore per il baseball

Il ritratto di Gino Santercole, cantautore, compositore, attore e chitarrista italiano. Membro di…

Piero Umiliani, tra il Muppet Show e Pasolini

Piero Umiliani ha composto le colonne sonore di 150 film e le sue musiche sono state usate come s…

Il “bel” mondo delle case discografiche

Che tu sia un artista affermato o meno alle case discografiche non importa: vendere è il primo ob…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI